Vernice a smalto per pareti: caratteristiche, pregi, difetti e costi

La vernice a smalto è una pittura dalle tante potenzialità. Permette infatti di realizzare ambientazioni uniche e suggestive di grande impatto estetico. 
Ecco quali sono le caratteristiche, i pregi, i difetti e i costi delle vernici a smalto.





Caratteristiche: la vernice a smalto usata per dipingere le pareti non è altro che lo stesso materiale a base di resine sintetiche e pigmenti utilizzato per dipingere il legno. Esistono in commercio numerose varianti in grado di realizzare qualsiasi tipo di ambientazione. In particolare si può scegliere tra smalti lucidi, semilucidi e opachi: quelli lucidi sono più adatti per una casa moderna, quelli opachi per uno stile classico.

Pregi: le vernici a smalto possiedono una gamma di colori vastissima, per soddisfare tutte le esigenze. Il risultato estetico è tale che possono essere utilizzate anche per  decorare le pareti del bagno al posto delle classiche piastrelle. Sono lavabili.

Difetti: la vernice a smalto ha un costo piuttosto elevato rispetto ad altre tipologie di vernici ma è comunque competitiva rispetto ad altri tipi di rivestimento per pareti, come le resine.

Dove: gli smalti lucidi sono molto adatti per superfici esterne, per la zoccolatura di bagni e cucine non piastrellati e per realizzare ambientazioni moderne; quelli semilucidi sono più indicati per interni; gli opachi sono indicati esclusivamente per interni.

Costi: meno cara l'applicazione a rullo anche se i risultati migliori si ottengono con la smaltatura a pennello (che costa 3 o 4 volte di più).

Nessun commento:

Posta un commento

Posta un commento